test pomodorini biologici

test pomodorini biologici

ho pensato che per “testare” un prodotto la strada migliore sia sempre “in purezza” e quindi ho solo passato dell’aglio in una padella appena scaldata, ho aggiunto i pomodorini e l’olio a crudo, spegnendo subito la fiamma.
cotti due spaghi al dente, li ho finiti mantecandoli in padella….. io ho messo un pò di basilico ma ognuno ha i propri gusti…!!
il giudizio non è che favorevole, i pomodorini sprigionano profumo e aroma già così… appena apri il barattolo. acidità quasi zero. sono veramente da sughetti estivi, freschi, con 2 vongolette aperte al momento o come leggerissima “puttanesca”…. basta il calore della pasta a rendere il tutto gustoso e sbrigativo,,,,,,
p.s. come avrete capìto, utilizzo prevalentemente olio de “La Tognazza” e i loro Vini… condivido il progetto di GianMarco Tognazzi, che sta riportando l’Azienda di Ugo ai fasti degli anni ’60 con la riscoperta di Gusti, Prodotti, Convivialità… faccio il tifo per Lui e il Suo Staff al completo..!! la mia passione è a loro disposizione,,,,,, marcello

GRANATINE DI SUINO BRASATE AI FUNGHI PORCINI

599691_4739392582881_982910211_n
preparare le polpettine con macinato di suino, patate bollite, parmigiano, succo di limone, uova (dipende dalla quantità di carne…) sale, pepe, noce moscata facoltativa….. infarinatele e rosolatele con mezzo cipollotto,,,,,,,
quando saranno ben colorite, versate i porcini (freschi, secchi rinvenuti o decongelati, fate voi..) una “saltata”, un pizzico di sale e irrorate il tutto con un generoso bicchiere di vino rosso….. mi viene in mente un ANTANI de La Tognazza Amata per celebrare Ugo Tognazzi…. lasciare andare per un 20′ almeno fino a che il Vino abbia dato la giusta cremosità al piatto…… BUON APPETITO…..

tagliatelle nere, mazzancolle e zucchine…

tagliatelle nere, mazzancolle e zucchine...

INGREDIENTI: non sono un “professionista”, quindi mi perdonerete se le dosi per 4 persone sono approssimative e variabili….. io dico sempre che la Cucina è un po’ come il Jazz!! c’è un Tema portante ma l’improvvisazione, rende personale e unica, ogni volta, l’esecuzione!!
350 gr. tagliatelle nere (Campofilone), 500 gr. mazzancolle, 2 zucchine romanesche, 5/6 pomodorini ciliegino, 1 scalogno, olio evo, zeste di limone, sale q.b., peperoncino (facoltativo)

ESECUZIONE: liberate dal carapace, le mazzancolle tenendo da parte le teste (!). Nel contenitore dove mantecherete la pasta, fate andare a fuoco moderato, un cucchiaio d’olio, lo scalogno tritato finemente e le teste delle mazzancolle. schiacciate quest’ultime, belle “rosse” per farne uscire tutti gli umori che daranno carattere al “sughetto”…… toglietele, sfumate con del vino bianco e aggiungete i ciliegino tagliuzzati.
salate leggermente e fateli appassire mettendo un coperchio…. sfatti che siano, fate bollire l’acqua (poco salata) per la pasta.
tagliuzzate la metà o più di mazzancolle e tenetene qualcuna per la presentazione.
fate una julienne di zucchine e aggiungetele al sugo, coprite per altri 5 min.
Ora la parte finale: l’acqua bolle, metteteci la pasta giusto il tempo che si “sleghi”, nel frattempo avrete messo le mazzancolle nel sugo…. scolate anche la pasta e spadellate, tenendo ben umido il tutto!! grattuggiateci la scorza del limone, un filo d’olio a crudo e Buon Appetito

Spaghetti alla Scheggino

DSC_2869

Omaggio a UGO TOGNAZZI:
conosciuto di persona “troppo tardi” ne ho sempre seguìto le Sue scorribande culinarie… Quando il figlio GianMarco (che già seguivo in Teatro dal ’95…) ha concepito il Progetto di un “rilancio” della Azienda paterna, credo di esserne stato il primo sostenitore “esterno”..!! Oggi, La Tognazza Amata è un punto di riferimento o meglio, uno stimolo al ricordo del “mangiar sano e genuino”, proprio come oggi che mi tornano in mente cosa e come si mangiava qualche anno fa….. grazie
ah… se volete la ricetta, comprate i libri o visitate il sito web de: latognazza.net non ve ne pentirete!!!

Olio Brematurato de “La Tognazza Amata”

Oggi il Brematurato rappresenta ancora uno dei fiori all’occhiello della produzione Tognazza, seguendo i dettami del grande Ugo, prepariamo e lavoriamo questo prodotto riuscendo ancora ad infondere le stesse note di gusto, passione e tradizione che accompagnano le tavole di molti italiani da quarant’anni a questa parte.

Quest’olio è prodotto con olive selezionatissime raccolte a mano e molite giornalmente nel frantoio. La raccolta avviene nella prima quindicina di ottobre e la molitura avviene generalmente dopo poche ore dalla raccolta.

La lavorazione del Brematurato avviene con estrazione a freddo mediante procedimenti unicamente meccanici.

E’ ottimo per condire a crudo ed il suo gusto lo rende ideale per tutte le preparazioni in cucina. Al sapore si presenta delicato ma con un retrogusto fruttato che ne denota un certo carattere… proprio come Ugo!

dal Blog de “latognazza.net” l’Olio e.v.o.